Una storia di fantasmi
Prosa in due atti / Cast: 3 persone / Durata: 90 minuti / Thriller / Prima rappresentazione: 24 maggio 2014, Forlì - Teatro G. Testori / Produzione: 2013-14



LA PROSA DI QAOS

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLO SHOW

CONTROLLA IL NUMERO DI REPLICHE FATTE DALLO SPETTACOLO

INGRANDISCI LA LOCANDINA!

Riadattamento, grafica e effetti sonori Alberto Ricci
Testi Alberto Ricci, Eleonora Tamburini

Costumi Marianna Biondi, Ariane Lanchais
con la collaborazione di Manuela Camprini
Trucco e parrucco originali del Fantasma: Apollonia Tolo
Luci Adler Ravaioli
Alla consolle Valentina Ventura, Giovanni Zanotti
Scenografie Michela Poggi, Sauro Sedioli, Sergio Sedioli
Foto (in studio) Emiliano Camporesi (di scena) Fabio Maggi
Poster illustrato Michela Poggi

Regia Valerio Arpinati
con la collaborazione di Fabiola Liverani, Gabriele Landi, Adler Ravaioli, Valentina Ventura

 

 

Legenda: QA vincitore QAOS AWARDS

 


 

Presentazione:
Adam Keys, un avvocato di mezza età, affitta un teatro assieme ai servizi e alla professionalità di un attore per aiutarlo a mettere in scena – per cercare di esorcizzarla – una terribile esperienza di fantasmi capitatagli anni prima e conclusasi tragicamente. Da un palcoscenico in disordine, Keys inizia a raccontare la sua storia: impaurito, cosciente e esitante all’inizio, ma, aiutato dall’attore e dagli artifici tecnici del teatro, egli entra in confidenza sia con la storia che col racconto teatrale e inizia ad interpretare una serie di ruoli che fanno passare il suo racconto da narrazione a vera messa in scena. L’attore interpreta il giovane Keys, spedito a nord di Londra per definire i dettagli dell’eredità di una certa Signora Dunlow, proprietaria di una tenuta isolata fra le paludi nella quale Keys aveva incontrato un fantasma. Questo spettro, alla ricerca di vendetta per la morte del suo bambino, si attacca a Keys scatenando una macabra sequenza di eventi che culmina nei momenti finali in maniera davvero agghiacciante.
UNA STORIA DI FANTASMI si distacca dal genere "ghost story" alla Dickens o alla James, o alla Wharton. Non è un horror o un racconto del terrore, eppure gli eventi sono costruiti con un crescendo così palpitante da instillare un senso di terrore. Si costruisce mediante la semplice aria che si respira, il quadro vivido di un posto, bastano tracce, sguardi e indizi o ciò che è nascosto, ciò che si sente o ciò che si intravede soltanto, per rabbrividire e rendere già la sola lettura notturna del testo sconsigliabile per chi soffre di cuore!

 

Cast originale (Interpreti e ruoli):
Alberto Ricci ... ATTORE - KEYS
Gabriele Landi... KEYS - ATTORE
Elisa Sedioli ... IL FANTASMA
e la partecipazione in voce di Enrico Castagnoli


Immagine ufficiale dello spettacolo


Poster alternativo dello spettacolo

VAI ALL'INDICE DEL SITO